mercoledì 16 ottobre 2013

Troppi carcerati, troppe spese, pochi soldi.

Da tempo in Italia c'è un problema di costi, si vuole ritoccare tutto in nome del debito pubblico troppo alto e con questa scusa si vanno a toccare cose che ledono la sicurezza e la ragione del diritto.
Se un uomo fa un reato lede qualcuno, che esso sia una persona singola o l'intera società non importa, commettendo un reato fa del male a qualcuno , fisicamente o economicamente.
Nel momento in cui ci si prefigge di fare un amnistia o un indulto involontariamente si beneficiano persone che hanno sbagliato e non si premiano quelli che hanno uno stile di vita retto e onesto, è un pò come dare la torta a chi si comporta male e non dare nulla a chi ha fatto il bravo.
Certo è che oggi i soldi per tenere i carcerati li pagano i cittadini bravi e quindi volente o nolente gli si crea un ulteriore danno, è il massimo dei colmi.
Arresto un malfattore perchè mi ha rubato il pane e poi mi tocca rinunciare anche al salame per poterlo tenere in carcere.
Ma non c'è un sistema alternativo???????
Sicuramente c'è ma non è facile attuarlo infatti è difficile punire qualcuno in modo efficace ed è ancor più difficile trovare il modo per civilizzare un delinquente in modo che riconosca il proprio errore e non lo commetta in futuro il tutto poi è ancorapiù difficile se di soldi non ne abbiamo.

Che fare?
Fare l'indulto lede il senso della legge, non farlo lede le tasche dei cittadini per di più se facciamo l'indulto ma non provvediamo a cambiare il sistema fra pochissimo tempo saremo allo stesso punto di adesso se non peggio.

Analizzando la situazione carceraria mi viene all'occhio un problemino da non sottovalutare.
Il 40% dei carcerati sono extracomunitari!

Ma scusate. non è possibile obbligare i paesi di origine a pagare le spese del carcere??????
Certo che se non ci si mette d'accordo non si fa nulla.
A questo punto, se l'europa dovesse dire al resto del mondo:
" Tutti i carcerati extracomunitari attualmente nelle carceri europee devono essere mantenuti dai rispettivi paesi di origine, qualora codesti paesi non si assumessero le proprie reponsabilità si provvederà all'azzeramento delle quote di entrata (Permessi di soggiorno) da codesti paesi nell'unione europea."

Credete che qualche paese si rifiuterà di pagare?
Secondo me pagheranno tutti!

La questione economica potrebbe risolversi in un attimo, al che tolto il problema economico si potrebbero fare nuovi carceri, ed ospitare tutti i carcerati in modo degno per un essere umano, altresì si potrebbero con tali soldi sviluppare sistemi alternativi di rieducazione.
Non vorrei comunque dimenticare una piccola cosuccia: Quanto costa un carcerato in Italia? Quanto costa lo stesso carcerato in Francia? In Germania? ecc. ecc.

Non lo sò dire su due piedi ma sicuramente se si dovessero adottare gli stessi standard in Italia un carcerato costa sicuramente di più come del resto qui tutto costa di più, tanto chi paga sono i cittadini.

sabato 29 giugno 2013

Gruppo misto, ASSURDO

Da quando il Movimento 5 Stelle è entrato in politica ci sono stati alcuni Deputati e Senatori eletti dal movimento che si sono allontanati e sono andati nel gruppo misto.
Benchgè sia legale che un rappresentante possa cambiare schieramento mi appare assai discutibile che esso possa cambiare la propria posizione sulla base di idee personali quando non è stato lui personalmente ad essere eletto.
Mi spiego meglio.
I candidati del Movimento sono stati eletti tali tramite le Parlamentarie, tale sistema ha elaborato in base al numero di preferenza chi venisse messo in classifica nelle elezioni, questo potrebbe determinare che un eletto sia stato votato per le proprie doti personali ma la cosa non è andata così.
Infatti sebbene ci siano persone che hanno ricevuto un numero ragionevole di voti essi sono entrati in parlamento grazie a un numero altamente maggiore di voti e di votanti al che è plausibile dirte che sono stati eletti non in base alle proprie qualità ma grazie al solo nome del Movimento 5 Stelle.
Si potrebbe dire quindi che chi è stato eletto non ha nessuna preferenza personale e quindi non ha un vero ruolo nella sua elezione, ciò vuol dire che è in qualche modo delegittimato il suo poter cambiare sponda.
Secondo me se un eletto non si sente più in accordo con il Movimento deve dare le proprie dimissioni e lasciare il posto a chi viene dopo di lui,al massimo può essere richiesto un voto popolare che ne accetti il proseguimento.
In pratica se un deputato non è in accordo con il gruppo potrebbe chiedere all'elettorato se poter continuare al di fuori dal Movimento o se doversi dimettere dando modo al popolo di decidere per lui e non essere lui stesso a decidere visto che la sua elezione era stata effettuata per volere del popolo in nome del Movimento.

E' per me difficile accettare di aver eletto un personaggio per rappresentarmi e poi vederlo cambiare posizione senza poter dire la mia, potrei anche decidere di farlo continuare a rappresentarmi per le sue idee personali ma non ho nessuna possibilità di farlo.

Nelle amministrative o nelle Regionali sono io a decidere nel momento del voto chi eleggere e me ne posso prendere la responsabilità, eleggo la persona e non il Movimento, anche se votandola non voto solo la persona posso presumere di conoscerlo e comunque sia di accettarlo personalmente come mio rappresentante.

lunedì 24 giugno 2013

Berlusconi condannato. Figura di merda per l'Italia

Secondo me vedere Berlusconi condannato per concussione e per prostituzione minorile è tutt'altro che un piacere, sapere che 9 milioni di Italiani hanno votato per lui e che oggi è stato dichiarato colpevole è come dire che ci sono 9 milioni di Italiani che credono in un delinquente.
Ma ancora peggio è dover dire a tutto il mondo che noi ci siamo fatti governare fino ad ora da un uomo senza scrupoli e che ha usato il corpo di una ragazza per i propri scopi infischiandosene del sua umanità.
E' assurdo arrivare a certe conclusioni ma ci arriviamo tutti se ci pensiamo bene, capisco che è difficile ammetterlo ma dobbiamo farlo.
Sebbene sia in primo grado è comunque grave la cosa, specialmente se a farla è l'ex presidente del consiglio, infatti se fosse fatto da un uomo qualunque non sarebbe uno scandalo, ma fatto da lui che ha rappresentato e rappresenta ancora oggi milioni di Italiani , diventa scandaloso.
Avrei preferito un insabbiamento alla 007, dove Berlusconi si ritiurasse dalla politica in silenzio senza far conoscere a nessuno il vero motivo, avrei preferito persino un assoluzione a patto di una rinuncia alle cariche istituzionali, avrei preferito qualsiasi cosa ma non gettare il mio paese in questo scempio.
Qualcuno dice che è innocente, altri che è un ricatto della sinistra per eliminarlo, altri ancora che è un accanimento politico verso di lui, ma nessuno ha capito che qualsiasi cosa possa essere oggi ci abbiamo rimesso tutti.
Da anni noi siamo quelli del bunga bunga, quelli della "culona inchiavabile" quelli dei corrotti e corruttibili, e forse ciò è peggio di essere classificati come mafiosi, forse è peggio di essere catalogati come evasori fiscali, mangia spaghetti o fannulloni, terroni dell'europa o filosofi nullafacenti, forse è peggio, non sò, è certo che la cosa non mi piace minimamente.
Di sicuro oggi il mondo pensa di noi meno bene di ieri.
Rimbocchiamoci le maniche per l'ennesima volta e facciamo vedere al resto del mondo che siamo forse meglio di loro, lo abbiamo fatto in passato e ci riusciremo anche oggi.
Noi siamo ITALIANI e non ci dobbiamo mai vergognare di esserlo.

mercoledì 19 giugno 2013

Chi non vuole Grillo fuori dai COGLIONI!

Quando Grillo ha creato il mMovimento 5 Stelle lo osannavano.
Quando Grillo faceva i comizi nelle piazze al freddo ed al gelo lo osannavano
Quando Grillo attraversò lo stretto a nuoto lo osannavano.
Quando Grillo picconava i politici con paroloni m, lo osannavano
Quando Grillo mandava a fanculo iuo mondo intero lo osannavano
Adesso Grillo gli sta stretto, gli sta sui coglioni, crea insidie, crea problemi.
Cari miei non avete capito un CAZZO!
Grillo è sempre quello di prima , siete voi che siete cambiati.
Voi vi siete vestiti del potere e credete di contare qualcosa ma non contate nemmeno per voi stessi.
Voi siete li all'opposizione a presentare decine di emendamenti inutili dato che non contate nulla.
Voi credete di fare qualcosa e non state facendo nulla.
Voi siete i veri artefici del declino, voi con il vostro mormorare, con le vostre interviste stupide, con i vostri argomenti idioti.

Date retta ad un imbecille, NON FATE PIU'NULLA!

Non fate più nemmeno un emendamento, presentatevi alle votazioni e non votate, addirittura non presentatevi nemmeno.
Ma sopratutto state zitti e non dite cazzate.
Siete una nullità e gli unici a non averlo capito siete voi.
Avevate cominciato bene, un capogruppo alla camera e uno al senato, potevano parlare solo loro e già era troppo.
Ora volete tutti dire la vostra e dite di più di quello che vi chiedono.
Se Beppe Grillo vi aveva detto di non parlare , non lo ha fatto per azzittirvi, non lo ha fatto per essere l'unico sulla scena ma perchè sapeva bene che qualsiasi cosa avreste detto vi sarebbe ritornato contro.
Lui lo sapeva bene che non eravate politici, sapeva bene che non avreste contato nulla e sapeva bene che per cambiare qualcosa bisognava sfasciare il sistema.
Oggi lo state sfasciando voi, ma purtroppo lo state sfasciando male.
A volte non capisco Grillo ma pensandoci bene non posso che abbracciare la sua tesi.
UQi tutto è marcio e quando una cassa di frutta è marcia non si può fare altro che buttarla nella spazzatura.
Non esiste ecologia, non esiste energia pulita che tenga, non esiste Binderberg, non esistono banche BCE o Euro, qua tutto è SISTEMA e voi ne state diventando parte con il vostro essere.
Ritornate all'origine e mollate qualsiasi ideologia che voi abbiate, è inutile.
Eravate un nulla prima di essere eletti e lo siete ancora.
Siete li solo per Grillo e per il Movimento 5 Stelle, nessuno vi ha mai voluti sentire e vi ha mai autorizzati a parlare.
Fra un mese o un anno quando ci saranno le nuove elezioni solo chi di voi sarà stato zitto sarà premiato, gli altri ritorneranno nel buio più completo della loro vita.
RICORDATEVELO!

martedì 11 giugno 2013

Orrori del Movimento 5 Stelle

Non saprei se chiamarli errori o orrori, ma di sicuro qualcosa non funziona.
L'orrore più grave è aver sopravvalutato le scelte dei " Grillini", aver dato la priorità a chi nel passato è stato candidato a qualche elezione ha fatto si che sia al Senato che alla Camera fossero candidabili solo i Grillini di vecchio stampo.
Tra questi ci sono ottime persone con caratteristiche d'eccellenza ma anche personalità al quanto particolari, personaggi più legati ad alcune ideologie personali che all'idea politica del movimento, gente che non sa scindere fra l'essere Vegano, amare la natura, decrescita felice e situazione economica sociale e politica dell'oggi.
Abbiamo eletto nostri portavoce persone che pur essendo di sani principi sono così eccentrici da sentirsi schiacciati da tutto e da tutti tanto da non riuscire più a distinguere quando si criticano loro o l'intero sistema.
Ad oggi abbiamo avuto più defezioni noi di qualsiasi altro "partito" nella storia in così poco tempo, abbiamo continuamente discussioni inutili e prese di posizioni contrapposte fra membri  di tutti gli altri , eppure siamo all'opposizione e non al governo.
Se fossimo al governo cosa succederebbe?
Ci scanneremmo su cosa fare per primo?
Ci scanneremmo per poter dire "l'ho detto prima io"???
Mi dispiace ma non saprei dire se aver avuto questo sistema di scelta ha fatto si che ci fossero i migliori a rappresentarci o se facendo questo abbiamo solo permesso ai primi di aver la medaglia di partecipazione.
Per fortuna non sono tutti uguali e la maggior parte ha la testa al posto giusto e lotta quotidianamente per fare il bene del paese.
Altro errore o orrore è stato pensare che gli Italiani fossero pronti al Movimento, pensare che i voti presi fossero veramente perchè il popolo ci aveva capiti e credere con questo che le scelte fatte fossero condivise palla maggiorparte dell'elettorato.
Grande sopravvalutazione dell'UOMO.
A mio avviso la maggior parte dei grillini che ci hanno votato lo hanno fatto quasi inconsciamente un po per protesta un po per ripicca, alcuni di destra per non dare voti a Berlusconi altri di sinistra per non aver visto un minimo di concretezza nelle promesse fatte dal PD.
Fatto sta che al primo intoppo quelli che provenivano dal PD si sono sentiti traditi nel momento in cui non abbiamo fatto alleanza con il loro vecchi schieramento ed altri che provenivano dal PDL ci hanno voltato le spalle nel momento che non abbiamo evitato l'ascesa di Berlusconi.
Ci siamo illusi, tutti ci volevano chi per un motivo chi per l'altro al finaco di qualsiasi forza politica pur di governare il paese, come se facendo ciò si fosse potuto fare tutti ciò che Grillo aveva detto di voler fare, ci siamo illusi dell'essere umano che ha votato ieri e che oggi ci ha rinnegato, ci siamo illusi che il verbo fosse veramente giunto al cuore , mentre si era solo fermato alla pancia della gente.
Altro errore è non aver ancora oggi un mezzo di votazione efficente o almento efficentabile a disposizione per poter votare su qualsiasi cosa possa essere votabile.
Questo mezzo sarebbe dovuto essere pronto ancora prima delle votazioni e fare da supporto ai nostri rappresentanti per avere delle vie da percorrere.
Con questo mezzo si poteva votare se dare fiducia a Bersani o no, si poteva votare su diaria, rimborsi spesa, si poteva votare su espulsioni o incarichi a questo o a quello ma non c'è.
Ulteriore orrore è stato fare una campagna elettorale impersonale alle amministrative, dare quasi zero importanza ai candidati consiglieri, non fare un minimo di propaganda su chi li rappresenterà e basarsi solo sul programma, come se fossimo gli unici ad averne uno; questo non è avvenuto e nel momento che gli altri ci hanno copiato il programma quasi parola per parola mettendo al finaco dei punti anche le persone che lo avrebbero sostenuto ci hanno schiacciati.
Ultimo errore è a mio avviso non aver fatto anche a livello locale uno straccio di referendum fra di noi per deliberare chi avremmo sostenuto ai balottaggi ufficialmente, ciò non per poter avere un posto migliore nel consiglio comunale ma sicuramente per poter dare un senso al gruppo.
Tutti sarebbero stati liberi di fare ciò che volevano al voto ma non schierarsi significa isolarsi totalmente.
Una marea di errori,orrori ai quali difficilmente troveremo rimedio, ciò non vuol dire che non li rifarei, del senno di puoi son piene le fosse, ma spero che qualcosa in futuro possa cambiare altrimenti saremo sempre meno e nulla di ciò che vorremmo fare si farà.
Io, SONO QUA,  Se avrete bisogno fate un fischio e malgrado i miei impegni di vita farò di tutto per darvi una mano.
 

mercoledì 29 maggio 2013

FLOP dei 5 Stelle

Il vero flop lo ha fatto la politica tutta, il calo di affluenze è un segno tangibile di quanto la politica si sia allontanata dal popolo.
I 5 Stelle avrebbero potuto fare di più certamente se avessero adottato una propaganda elettorale diversa ma non è per colpa del Movimento che non è funzionata tanto quanto sia difficile per un popolo indottrinato come il nostro riuscire a capire il nuovo modo do vedere la politica per il Movimento.
Essere anonimi dando spazio al programma è valido nel momento in cui il tuo programma è unico, ma in questa campagna elettorale tutti hanno sfoggiato programmi meravigliosi e sebbene non riusciranno a realizzarli nel frattempo hanno vinto le elezioni chi è stato capace di affiancare il programma ad altre forme di propaganda.
Alcuni hanno addirittura detto di dare 150 euro a chi li votava, altri hanno promesso più aiuti sociali a go go senza una copertura economica, altri ancora hanno assurdamente pubblicizzato la cancellazione dell'IMU come se fosse un argomento affrontabile dai comuni.
Oltre a tutto questo abbiamo visto fere e proprie esibizioni popolari di candidati in cerca di voti , gente che potendo mollare lavoro e famiglia per due mesi si sono lanciati nelle folle a parlare con tutti come se per loro fosse normale.
Voglio veramente vedere dove saranno queste persone una volta finite le elezioni, voglio vedere se continueranno ad andare nei mercati , nelle scuole, nelle manifestazioni, negli oratori o faranno come hanno sempre fatto, si estraneeranno da tutto e da tutti diventando come per incanto dei super eroi intoccabili, inavvicinabili o addirittura invisibili.
Il Movimento avrebbe potuto fare di più, sono il primo a dirlo, ma vorrei sapere perchè il popolo non lo ha votato.
Il popolo non può votare chi non conosce e non può votare solo un programma, ne ha visti a decine e nessuno mai realizzato, come può di punto in bianco credere ad un Movimento nuovo che si basa su un programma?!
Questo , forse, è l'unico errore del Movimento, essere anonimi nelle amministrative non paga.
Vedete ragazzi , se nelle politiche conoscere il proprio candidato deputato o senatore ha un importanza relativa nell'ambito locale conoscerlo di persona o almeno vederlo, sapere i suoi pensieri, conoscere la sua storia ed altro è importantissimo.
Ho vissuto anni in un paesino di 3000 anime ed il sindaco era uno che vedevi al bar la mattina con il giornale, era amico del dottore, del farmacista, del prete e del barbiere, un qualsiasi uomo si fosse presentato alle elezioni che non avesse avuto queste prerogative di sicuro non avrebbe preso nemmeno il 5% dei voti, benchè il suo programma fosse condivisibile da tutti o benchè alle sua spalle ci fosse un "partito" inattaccabile.
Brescia è un paese , non è una metropoli, e se guardate bene nessuna città è veramente una metropoli ma un insieme di paesi che si chiamano quartieri, se vuoi entrare nella testa della gente devi entrarci di forza facendoti conoscere.
Sappiamo bene tutti che un singolo elemento non può fare questo al che entrano in gioco i consiglieri comunali, essi si dividono sul territorio, ne entrano a far parte e quando è il momento iniziano la campagna elettorale a suon di caffè, bigliettini con faccioni, promesse di aiuti, leccate di culo e perfino di " ti ricordi quando eravamo...."
Forse in futuro le cose cambieranno ma oggi è ancora così e nessuno riuscirà a farmi cambiare idea.
Domani non sò, ma le elezioni sono avvenute oggi e non fra 5/10 anni.
Comunque sia sono felice che i consensi al Movimento siano aumentati anche se tutti dicono di no i numeri non mentono, le politiche sono un altro mondo.

lunedì 27 maggio 2013

Finalmente è finita

Finalmente è finita la mia campagna elettorale, è andata come prevedevo dall'inizio, sono ultimo nella lista del Movimento 5 Stelle a Brescia.
Voi vi chiderete come mai questo scandaloso risultato.
E' semplice, sono stato anonimo al massimo in tutte le piazze, con tutti gli amici e perfino con i parenti.
Ho fatto una campagna elettorale puntando sui contenuti e non sulla mia persona, e sebbene qualcuno mi abbia contrassegnato dovrei aver marcato il più basso voto possibile.
Non vuol dire che nessuno dei miei interlocutori non abbia votato il Movimento 5 Stelle ma che non sapendo nemmeno che ero candidato non ha messo il mio nome al fianco della lista.

Sicuramente ci sono stati i pro e i contro di questa scelta personale, i pro sono che chi ha votato lo ha fatto in piena coscenza, che se lo ha fatto non è per avere qualcosa in dietro, che se lo ha fatto contrassegnandomi ha dovuto cercarmi da qualche parte .
I contro sono che molti avrebbero votato 5 Stelle a prescindere dalle idee del Movimento ma solo per stima verso la mia persona e visto che questo non è un Movimento su una sola persona preferisco non avere i loro voti.
Questo anonimato ha dato i frutti che pensavo, ci ha fatti arrivare terzi alle elezioni, e ci ha fatto perdere un sacco di voti , ma ne sono contento.
Mi direte che sono masochista, che non tengo alla causa, che ho perso anche per colpa mia.

Ebbene sì abbiamo perso anche per colpa mia e ne sono contento.

Sono stato coerete con le direttive del Movimento ma l'Italia non è pronta per LUI.
Il popolo non è ancora coscente del pensiero racchiuso nel Movimento 5 Stelle, resta li a guardare senza muovere un dito, crede alle mille promesse che i partiti gli fanno e li appoggiano come se di riflesso otterranno dei benefici.
Noi non promettiamo benefici, anzi chiediamo sacrifici per il futuro, chiediamo partecipazione, chiediamo condivisione dei problemi, chiediamo idee, ma pochi sono disposti a fare qualcosa.
Io vorrei tanto che questi pochi un giorno siano i molti ma fino a quel tempo resterò ANONIMO in qualsiasi campagna elettorale a cui parteciperò.

Comunque sia ringrazio chiunque abbia avuto la capacità di votare per il cambiamento anche se non ha votato la mia persona.
GRAZIE